Crea sito
app per gestire vacanze
Relax e vacanze

Come organizzare i viaggi usando le app

A febbraio la settimana bianca…ma tra due mesi c’è Pasqua e Pasquetta…e poi il ponte del Primo Maggio, quello del 2 giugno e poi l’estate. Occasioni di viaggiare non ne mancano. Quello che con i bambini manca è la facilità di organizzarsi. La vacanza rischia di trasformarsi in stress prima ancora di partire.

Usare le risorse web per organizzare i viaggi

Telefonini e computer si rivelano una manna dal cielo quando permettono di snellire i tempi di pianificazione di una vacanza e, meglio ancora, quando ci evitano sgradite sorprese. Siccome, in viaggio, solitamente si portano smartphone e tablet, ecco alcune app che potrebbero fare al caso vostro.

L’app per fare i bagagli

Fare i bagagli è un’arte. Con bimbi al seguito, deve essere perfetta. O almeno ci si prova. Una delle app migliori è Packpoint, disponibile gratuitamente su Google Play e App Store.

In base a destinazione, tipo di viaggio e attività che si svolgeranno in vacanza- tutti dati che andrete ad inserire nell’app- vengono fuori delle liste di ciò che vi potrebbe servire. Le liste vengono inviate anche alla vostra mail come promemoria, in maniera tale da non dover consultare sempre l’app.

L’app per chi viaggia in aereo

Momondo, sia nella versione app che con il sito www.momondo.it , aiutano ad evitare la spiacevole sorpresa di rendersi conto, una volta arrivati in aeroporto, che le dimensioni del proprio bagaglio eccedono quelle consentite dalla compagnia aerea.

Vi basta fare una foto della vostra valigia e la funzione di realtà aumentata la scansiona in modo da capirne le dimensioni effettive, per compararle, poi, con quelle della policy del vostro vettore. Questo il link diretto alla relativa pagina della funzione ‘bagaglio a mano’.

Scorrendo in basso la pagina, ci sono i collegamenti al Google Play Store e all’App Store.

L’app per chi viaggia in auto

Per chi usa l’auto, il problema principale, dopo quello di capire dove fare rifornimento al prezzo più basso, è quello di trovare la stazione di servizio più vicina per farsi il caffè e, prosaicamente, andare in bagno.

Ne sanno qualcosa le famiglie con bimbi e, non ci si fa mai caso, quelle con donne in dolce attesa, specie nell’ultimo trimestre di gravidanza. Il bisogno pipì/pupù è dietro l’angolo nei momenti più impensati.

L’app Flush Toilet Finder è utile per sapere dove fermarsi. Scaricabile gratuitamente da Google Play e App Store, ha la geolocalizzazione dei bagni pubblici praticamente in ogni angolo del mondo, quindi vi verrà molto utile anche all’estero.

Vi informa anche se il bagno è accessibile ai disabili, se l’ingresso è a pagamento o se bisogna chiedere la chiave ai gestori della stazione di sosta.

I vostri consigli…

Voi conoscete o avete utilizzato altre app, meglio se gratuite, durante i vostri viaggi? Amplieremo la lista a beneficio di tutti i lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.