Crea sito
mozzarella in carrozza
Cucina veloce

Mozzarella in carrozza

Uno dei piatti più veloci e gustosi da preparare, economico e adatto a qualsiasi dieta (ad eccezione della vegana), la mozzarella in carrozza incontra il gusto dei grandi e dei piccini.

Mozzarella, pane e olio. I piatti base della cucina italiana al servizio di questa leccornia che può fungere anche da merenda per il palato dei ragazzi più buongustai.

Questa sotto è la ricetta classica, in cui le fette di pane vengono fritte. Se volete una versione light, potete cuocere in forno anziché in olio.


Dosi : 4 persone

Difficoltà: facile

Tempo di preparazione: circa 45 minuti


INGREDIENTI

  • 3 mozzarelle da 250 gr. del tipo fiordilatte
  • 3 uova
  • 5 cucchiai di latte intero
  • 1 filoncino di pane raffermo oppure del pane a cassetta tipo il pancarré
  • farina q.b.
  • sale
  • olio per frittura

PROCEDIMENTO

1. Scolare bene le mozzarelle, asciugarle con carta assorbente e tagliarle in 8 fette regolari di circa 1 centimetro di spessore.

Tagliare allo stesso modo il pane ( se usate il pancarrè, le fette sono già belle uguali), cercando di ottenere sedici fette della stessa doppiezza, poi togliete la crosta intorno e ritagliatele in modo che abbiano più o meno la stessa forma della mozzarella.

2. Mettere una fetta di mozzarella tra due fette di pane, a mo’ di tramezzino.

3. Infarinare leggermente i tramezzini insistendo sui bordi e sistemarli via via su un piatto, facendo attenzione a non sovrapporli.

4. Finita la preparazione dei tramezzini, si può passare a preparare l’impasto d’uovo. In una ciotola capiente, sbattere le uova con il latte e aggiungere un pizzico di sale.

Ora, per l’inzuppo si può fare in due modi diversi:

  • versare le uova sbattute direttamente sui tramezzini che avete disposto sul piatto, avendo cura di rigirarli un paio di volte da entrambi i lati per far assorbire bene;
  • oppure inzuppare ad uno ad uno i tramezzini nella ciotola e poi riporli nel piatto di portata.

In ogni caso, dopo l’inzuppo, lasciare riposare i tramezzini fino a quando non avranno assorbito tutto l’uovo sbattuto.

4. Nel tempo di riposo dei tramezzini mettere sul fuoco una padella con abbondante olio. Portatelo a 180°. Se non avete il termometro da cucina, vale sempre il metodo dello stuzzicadenti buttato nell’olio. Quando intorno al legnetto si faranno tante bollicine, l’olio è pronto per la frittura.

5. Friggere due o tre tramezzini per volta, a seconda della dimensione della padella usata, girandoli e lasciandoli cuocere complessivamente per 4-5 minuti fino a quando saranno ben dorati.

6. A cottura ultimata, scolare, passare su un doppio foglio di carta da cucina e servire caldi.

Come detto a inizio articolo, si può optare per la cottura in forno anziché per quella in olio. In questo caso, preriscaldate il forno a 200° e cuocere per circa 10 minuti.

articoli correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.